Archivio Tag: assedio

L’assedio si dispiega

L’assedio si dispiega
L’assedio si dispiega

Scende la sera nel territorio padovano, devastato dalla nuova guerra contro Verona. Il popolo, stremato dalle fatiche della giornata, può finalmente riposare.

Ma a Peraga nessuno dorme. Le campane suonano, l’allarme del fuoco è stato lanciato. La gente si riversa per le strade, ancora stordita dal sonno e spaventata dall’improvviso frastuono. Jacopo da Carrara ha emesso la sua sentenza: far soccombere la sua signora o dare in pasto alle fiamme le fortezze considerate indifendibili, le quali avrebbero indebolito l’azione difensiva dell’esercito patavino.

Leggi tutto

A.D. 1319, vigontino in fiamme

A.D. 1319, vigontino in fiamme
A.D. 1319, vigontino in fiamme

E’ l’anno domini 1319: i signori di Padova regnano incontrastati, portando ricchezze e prestigio ai territori limitrofi. Ma il potere raggiunto dalla città spinge ben presto Cangrande della Scala a dichiarare una nuova guerra.

Per resistere alla feroce spinta dei veronesi, Jacopo da Carrara non vede che una soluzione: dare alle fiamme alcune delle fortezze alleate, considerate indifendibili e troppo pericolose se cadute in mano ai nemici.

Leggi tutto

L’assalto alla fortezza

L’assalto alla fortezza
L’assalto alla fortezza

E’ la notte del 4 ottobre 1319 e tutto tace. Dormono i villaggi della campagna padovana, dormono i contadini provati dal lavoro nei campi, dorme il bestiame nelle stalle, le luci sono spente, gli impasti riposano per diventare pane l’indomani e tutto tace.

Il popolo stravolto dalla ferocia delle milizie di Cangrande Della Scala si lascia cullare dalle tenebre della notte.

Improvvisamente un fischio sordo e meschino si fa strada nel silenzio: una breccia di fuoco squarcia il massiccio portone d’entrata al castello, una pioggia di frecce, di colpi di spada, di lance svegliano Peraga di soprassalto.

Leggi tutto

A.D. 1319, Vigontino in fiamme

A.D. 1319, Vigontino in fiamme
A.D. 1319, Vigontino in fiamme

È il 1319 e Cangrande Della Scala brama di muovere guerra contro Padova, protetta dai suoi nemici Carraresi. Utilizzando un piccolo stratagemma, il Veronese guadagna il casus belli che gli avrebbe permesso di sguainare le armi in territorio patavino. Verona si prepara allora a flagellare Padova, dapprima chiudendola in una morsa letale con la conquista delle fortezze di Bassano e Cittadella, e penetrando poi nei sobborghi della città. In questo modo gli scaligeri avrebbero sbarrato qualsiasi via per rifornire la città ed essa sarebbe stata a costretta a soccombere.  Leggi tutto

La guerra si avvicina

La guerra si avvicina

Finita la guerra con Treviso, il veronese Cangrande della Scala cominciò a prepararsi per un nuovo scontro con Padova: uno dei due reparti del boia avrebbe marciato sui sobborghi della città. Con le unghie e con i denti combatterono fanti e cavalieri, a fiumi si riversò il sangue del popolo sulle proprie terre, ovunque s’udivano fendenti mischiati a grida di terrore… poi il tracollo, la disfatta: era il 4 ottobre del 1319 e per il borgo di Peraga giungeva il tragico epilogo.

“Oggi ho visto qui venire meno la vita ma non la voglia di vivere!
Costoro che qui sono morti ignoravano la propria fine: solo quelli che sono sopravvissuti saranno in grado di vedere il futuro!”

Ai nostri spettatori proponiamo oggi una spettacolare ricostruzione dell’assedio al Castello dei Da Peraga,

buona visione!

Video a cura di Stefano Brunoro – www.stefanobrunoro.com

Pagina Facebook – Photo Square