Archivio Tag: giocoleria

L’assalto alla fortezza

L’assalto alla fortezza
L’assalto alla fortezza

E’ la notte del 4 ottobre 1319 e tutto tace. Dormono i villaggi della campagna padovana, dormono i contadini provati dal lavoro nei campi, dorme il bestiame nelle stalle, le luci sono spente, gli impasti riposano per diventare pane l’indomani e tutto tace.

Il popolo stravolto dalla ferocia delle milizie di Cangrande Della Scala si lascia cullare dalle tenebre della notte.

Improvvisamente un fischio sordo e meschino si fa strada nel silenzio: una breccia di fuoco squarcia il massiccio portone d’entrata al castello, una pioggia di frecce, di colpi di spada, di lance svegliano Peraga di soprassalto.

Leggi tutto

Largo alla creatività

Largo alla creatività
Largo alla creatività

Costruire bambole di pezza, forgiare spade, scudi o imparare la giocoleria? Perché non provarle tutte, le attività di PeragaMedievale?

In linea con il tema di quest’anno, i giochi e i passatempi nel Medioevo, saranno proposte svariate attività di laboratorio per bambini e ragazzi volte a stimolare creatività, cooperazione e interesse per giochi e giocattoli d’un tempo, i passatempi dei loro antichi coetanei.

Leggi tutto

La guerra si avvicina

La guerra si avvicina

Finita la guerra con Treviso, il veronese Cangrande della Scala cominciò a prepararsi per un nuovo scontro con Padova: uno dei due reparti del boia avrebbe marciato sui sobborghi della città. Con le unghie e con i denti combatterono fanti e cavalieri, a fiumi si riversò il sangue del popolo sulle proprie terre, ovunque s’udivano fendenti mischiati a grida di terrore… poi il tracollo, la disfatta: era il 4 ottobre del 1319 e per il borgo di Peraga giungeva il tragico epilogo.

“Oggi ho visto qui venire meno la vita ma non la voglia di vivere!
Costoro che qui sono morti ignoravano la propria fine: solo quelli che sono sopravvissuti saranno in grado di vedere il futuro!”

Ai nostri spettatori proponiamo oggi una spettacolare ricostruzione dell’assedio al Castello dei Da Peraga,

buona visione!

Video a cura di Stefano Brunoro – www.stefanobrunoro.com

Pagina Facebook – Photo Square

Dilagano le fiamme a PeragaMedievale

Dilagano le fiamme a PeragaMedievale
Dilagano le fiamme a PeragaMedievale

Anno Domini 1319: sull’ormai assediata città di Padova giace il peso delle sferzate del guerrafondaio Cangrande della Scala. Radunato il suo spietato reggimento, il veronese mise a ferro e fuoco la nobile palatina che, incapace di difendersi perché non pronta alla guerra, non poté far altro che soccombere.

È notte, tutto tace. Il popolo provato finalmente trova sollievo nelle tenebre. Padova dorme, Vigonza dorme, Peraga dorme. Silenzio… È la notte del 4 ottobre.

All’improvviso, come in un incubo, Peraga si sveglia di soprassalto: una breccia infuocata ha aperto un varco nel suo invalicabile castello, le fiamme dilagano, crollano i muri, bruciano gli alberi: è il caos.

Anno Domini 1319: è la notte del 4 ottobre e Peraga brucia. Leggi tutto

Cala la notte su PeragaMedievale

Cala la notte su PeragaMedievale
Cala la notte su PeragaMedievale

Il magico incontro tra luce e tenebre prenderà vita per ben due notti a PeragaMedievale. “Dono della vita, prologo di una morte” trasporterà il suo pubblico fino alla notte dei tempi  per narrargli la storia di Asclepio, personaggio mitologico capace di curare ogni sorta di ferita con il suo sangue dagli effetti straordinari. Suggestive emozioni si scateneranno all’accendersi del fuoco, protagonista e fedele compagno dei Giullari et Focolieri di Petracha: solo la coltre scura della notte placherà questo ardente spirito, non prima di aver avvolto di misterioso fascino e luminoso stupore il pubblico di PeragaMedievale!

Lo spettacolo di fuoco “Dono di una vita, prologo della morte” a cura del gruppo Giullari et Focolieri di Petracha avrà luogo nelle notti di venerdì 2 e domenica 4 giugno, alle ore 22.

Lasciatevi cullare dal dolce suono del fuoco ardente, lasciatevi stupire dalle meraviglie del suo bagliore nelle tenebre!

Camomilla – Matricaria Chamomilla (Compositae) Parti utilizzate: fiori.

Indicazioni terapeutiche: insonnia, nervosismo.