News

Tutte le news sugli eventi a cui partecipa il gruppo di PeragaMedievale.

Storia di grande passione

Storia di grande passione

PeragaMedievale anno dopo anno è cresciuta grazie all’amore, alla passione, all’entusiasmo, ai sacrifici di tante mani che intrecciandosi hanno fatto nascere una famiglia!
In questi due anni di stop forzato la nostra mente non si è fermata…nuovi progetti, nuovi obiettivi, nuovi traguardi da raggiungere.
Un grazie a quanti continuano a credere in noi, dandoci la carica giusta per alimentare l’entusiasmo che ci contraddistingue.

Arrivederci al 2021

Arrivederci al 2021


Cari visitatori,
l’emergenza che tutti stiamo vivendo ci ha messo di fronte ad una scelta molto difficile: non potendo sapere come evolverà la situazione sanitaria, e di conseguenza l’eventuale protrarsi delle limitazioni precauzionali emanate dal Governo, a malincuore, annunciamo l’annullamento della XXI edizione di Peraga Medievale.
L’incertezza di questi giorni non ci consente di esporci con i nostri collaboratori e volontari per quanto concerne la parte organizzativa della Festa ma, soprattutto, non ci permette di avere e darvi la certezza di uno spettacolo godibile in totale sicurezza come sempre fatto in questi anni.
Queste righe vogliono essere un arrivederci ed un invito ad attendere, con ancor più trepidazione, la prossima edizione. Sarà allora nostro dovere e piacere farvi vivere, con passione ed emozione, quel viaggio nella storia che tanto amate: sarà come tornare a casa dopo tanto tempo.
Coordinamento Peraga Medievale – Associazione “Il Mosaico” –
Parrocchia dei Santi Vincenzo e Anastasio

Rivivere il Medioevo

Rivivere il Medioevo

Sono davvero tanti i gruppi che animano PeragaMedievale: la bottega del sartore, lo scriptorium, l’ofelleria…
Ognuno declina la propria sensibilità e le proprie attitudini per far rivivere al meglio il Medioevo.

Il villaggio

Il villaggio

Il modo migliore per entrare nel mondo medievale è passeggiare all’interno del villaggio del contado.
Lo spettatore si trova davanti alla vita quotidiana dei popolani: uomini e donne impegnati nei lavori di un tempo, bambini che corrono liberi di giocare, bracieri sui quali viene cotto semplice cibo da condividere insieme; è possibile fermarsi ad assaporare un buon bicchiere di vino alla “Caupona”, l’osteria del contado.